I benefici del limone

Un alimento–farmaco: il limone

Ci accompagna tutto l’anno, non manca in cucina e nelle nostre dispense, eppure raramente si pensa al limone come un frutto dalle proprietà curative e terapeutiche.
Sembra sia originario dell’India. Cresce soprattutto in Europa, in Portogallo e in Sud Italia.
Appartiene al gruppo della frutta acidula, è un agrume. Ma in molte culture, il limone più che un alimento è una medicina. Le sue proprietà sono molto numerose.

  • Fluidificante del sangue;
  • antireumatico;
  • diuretico;
  • antidiarroico;
  • antiacido gastrico;
  • antisettico e antinfettivo;
  • fortificante delle difese dell’organismo
  • rinfrescante;
  • cardiotonico;
  • favorisce la secrezione gastro-epatiche e pancreatiche;
  • depurativo;

I benefici del limone non finiscono qui: l’utilizzo del limone aiuta contro l’arteriosclerosi, ipercolesterolemia e abbassa il livello degli acidi urici.
Diversamente da altri frutti, il limone è ricco di principi nutritivi in ogni sua parte: la polpa, la scorza, la parte bianca, e persino i semi contengono numerose sostanze con proprietà benefiche per l’organismo. E’ proprio il caso di dirlo, di questo frutto non si butta via niente.

I benefici del limone sono dati principalmente dai suoi nutrienti come dall’acido citrico, limonene, pinene, vitamina C. Il limone però contiene altre sostanze benefiche come vitamina A, B, PP, fosforo, calcio, rame, manganese e zuccheri. L’alto contenuto di vitamina C (un frutto ne contiene ben 55 mg, mentre la dose giornaliera raccomandata è di 60 mg) conferisce al limone proprietà antiossidanti, svolgendo un’importante azione contro i radicali liberi, responsabili dell’invecchiamento cellulare e di malattie degenerative.

I benefici della vitamina C sono:

  • è un potente antiossidante e protegge le cellule del nostro organismo dai danni dei radicali liberi;
  • facilita l’assorbimento del ferro;
  • potenza le difese immunitarie;
  • stimola la sintesi del collagene;
  • favorisce il metabolismo del colesterolo;
  • ha un’attività antiemorragica;
  • è cicatrizzante;
  • interviene nella maggior parte delle reazioni metaboliche del corpo;
  • migliora l’assorbimento dei minerali;
  • accelera l’eliminazione dei metalli tossici;
  • è un tonico generale dell’organismo e del sistema immunitario.

L’acido citrico è il responsabile del sapore aspro del limone, anch’esso esercita diversi benefici:

  • migliora la digestione;
  • è un antifermentativo;
  • favorisce l’assorbimento del ferro;
  • è diuretico;
  • ostacola la formazione di calcoli renali di cistina e acido urico.

E’ bene ricordare però che l’acido citrico può ledere lo smalto dei denti, per questo motivo è bene lavare sempre i denti dopo l’uso.

Sull’acidità del limone sembra stupefacente leggere che il limone è un’alcalinizzante e un antiacido gastrico.

Il sapore acido non implica, infatti, che il limone sia acido per l’organismo, poiché il gusto è dovuto ad acidi organici che non rimangono allo stato di acidi nelle cellule.

Il limone ha proprietà depurative e disintossicanti e l’assunzione del succo di mezzo limone al mattino a digiuno ha effetti riequilibranti per l’intestino.

Brevemente vorrei anche illustrarvi alcuni usi esterni del limone;

  • contro le sinusiti: qualche goccia di succo nelle narici più volte al giorno;
  • contro afte e stomatiti: limone più miele più acqua: sciacqui prolungati;
  • contro i geloni: frizioni al succo di limone;
  • contro le otiti: succo di limone nelle orecchie;
  • contro le unghie fragili: mattina e sera per una settimana applicazione del succo di limone;
  • sulle pelli grasse: lozione per il viso mattino e sera con cotone imbevuto di limone;
  • per evitare le rughe: lozione per il viso, due volte la settimana con succo di limone;
  • sulle punture di insetti: frizionare con una fetta di limone.

Il limone non presenta particolari controindicazioni e può essere assunto anche dai bambini o donne in gravidanza. Evitare di aggiungere il succo di limone in acqua bollente: la vitamina C è termolabile, si rischierebbe quindi di compromettere le proprietà del limone.

Curiosità

I Greci lo utilizzavano a scopo ornamentale e per profumare la biancheria e difenderla dalle tarme.

Secondo una uno studio condotto in Giappone le persone che lavorano al computer compiono il 54% in meno di errori, se l’ambiente in cui operano profuma di limone.

L’aromaterapia insegna. L’olio essenziale di limone viene infatti utilizzato per favorire la concentrazione e la memoria. Per cui armiamoci tutti di essenze al profumo agrumato di limone. Il risultato? Un ambiente rilassante e maggiore produttività.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.