La visita

testata

Il benessere e la salute caratterizzano la qualità della vita, ma non possono prescindere da buone abitudini alimentari, il cibo non è solo l’energia che muove il corpo e attiva la mente, il cibo è anche tradizione, è cultura, ma soprattutto il cibo è piacere.
Il programma alimentare, studiato per ogni singola persona, comprende una valorizzazione delle tradizioni colturali agro-alimentari del nostro territorio, tutto ciò in linea con la necessità di introdurre alimenti genuini ed elaborare una combinazione di pietanze capaci di valorizzare e svelare delicati sapori.

Prima visita
Sono numerosi i fattori che agiscono sul peso corporeo: età, sesso, assetto ormonale, predisposizione genetica, attività lavorativa, esercizio fisico, stato emotivo, stress, dieta e stato fisiopatologico.

La prima visita ha durata di circa un’ora e consiste in un colloquio volto ad un’approfondita e minuziosa indagine su necessità e caratteristiche della singola persona: si parte dalla raccolta di informazioni attinenti ai sopra citati elementi, ai gusti, alle abitudini alimentari, ai modi di mangiare e di cucinare le pietanze.
Segue l’effettuazione di un’anamnesi alimentare e patologica poiché il sospetto o la dichiarata presenza di intolleranze, patologie e/o allergie sono una ricerca necessaria alla successiva elaborazione del programma alimentare.
La fase successiva richiede un attento studio dei risultati delle analisi del sangue (emocromo, transaminasi, colesterolo, trigliceridi, glucosio, esami urine), nonché di eventuali referti attinenti a specifiche patologie della persona (diabete, sindrome metabolica, allergie, ecc.), ovviamente tutti recenti.
In conclusione si annotano sul questionario, ormai completo, le misure delle circonferenze (torace, vita, fianchi, gamba), il peso, l’altezza.
Gli elementi emersi costituiscono la base per la fissazione degli obiettivi da raggiungere e del percorso da intraprendere insieme per perseguirli, ottenendo così un piano alimentare personalizzato.

Controlli
Per valutare l’effetto del programma e per ottenere sempre migliori risultati è necessario effettuare periodicamente visite di controllo.

Il primo incontro viene fissato a distanza di quindici giorni dalla prima visita, successivamente le sedute hanno una cadenza mensile.
In predette sedi si procede alla verifica del peso corporeo e alla misurazione delle circonferenze (addome, vita, fianchi, gamba) per valutare i cambiamenti, discutere insieme perplessità e dubbi inerenti il piano alimentare e proporre eventuali variazioni in base alle esigenze personali.
È un percorso mutevole in base ai progressi, pertanto richiede reciproca collaborazione e impegno per trarre maggiore soddisfazione, inoltre consente di conseguire capacità ed autonomia nelle scelte alimentari.